Edilizia, Sanità, Ambiente - Polizia Municipale della Bassa Romagna

Vai ai contenuti principali
 
Condividi
 
 
 
Sei in: Home  - Le nostre compe...  - Edilizia, Sanità, Ambiente  

Edilizia, Sanità, Ambiente

 

CONTROLLO DELL'ATTIVITA' EDILIZIA NEL TERRITORIO

verifica-edilizia-pm

Consiste nella vigilanza edilizia del territorio tramite controlli di iniziativa, a seguito di esposti da parte dei cittadini o su richiesta dell'Ufficio Tecnico Territoriale nonchè la verifica delle pratiche edilizie per il rilascio di permessi di costruire , Scia, o Sanatorie.
Il controllo edilizio inizia da un sopralluogo con l'identificazione delle persone coinvolte e l'inquadramento della tipologia di intervento ( P.d.C., SCIA o attività libera) e si conclude con la comunicazione agli organi preposti. L'attuale normativa prevede casi di abusivismo edilizio sanzionabili amministrativamente o penalmente a seconda della gravità, nell'ultimo caso viene interessata anche la Procura della Repubblica per l'attività competente.

Principale Normativa edilizia:
D.P.R. del 06 giugno 2001 n.380
L.R. 30 luglio 2013 n 15
L.R. 21 ottobre 2004 n 23

polizia-edilizia

 

VERIFICA IDONEITA' ALLOGGIATIVE  PER  EXTRACOMUNITARI

Come previsto dalla normativa vigente, le persone extracomunitarie che entrano nel territorio dello Stato Italiano devono avere un titolo per entrare e soggiornare nel territorio nazionale.  In determinati casi, ovvero per ottenere il Permesso di Soggiorno per motivi di lavoro, per il ricongiungimento familiari o per ottenre il Permesso di soggiorno CE per soggiornati di lungo periodo occorre il certificato di idoneità alloggiativa.
Il Controllo della Polizia Municipale consiste nella verifica igienico sanitaria dell'alloggio dichiarato in fase istruttoria che  deve rispettare  parametri di regolarità edilizia dell'alloggio, idoneo ad ospitare la vita quotidiana del nucleo familiare e la sicurezza della struttura, dimensioni idonee per le persone occupanti, salubrità dei locali, conformità degli impianti elettrici e idraulici presenti nell'abitazione.

Per ulteriori informazioni e per scaricare la modulistica necessaria, visitare la seguente PAGINA DEDICATA

 

VERIFICA DELLE ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI EMANATE

sicurezza-edifici

Questo tipo di ordinanze vengono emanate a seguito di crolli accidentali dovuti alla cattiva manutenzione degli immobili, ad eventi atmosferici particolari quali forte vento, neve, pioggia e terremoti che possono causare lesioni particolari alla struttura o ad eventuali incendi, lesioni rotture che possono scaturire da apparecchi o impianti  difettosi presenti nel fabbricato e che possono creare pericolo per la sicurezza e incolumità delle persone che vi abitano o che transitano in loco.

L'ordinanza intima l'inutilizzo immediato dell'immobile o parte di esso interessato dal sinistro:
- il ripristino e la messa in sicurezza  delle parti lesionate o l'eventuale demolizione;
- la presentazione di un certificato di conformità conformità come stabilità dal D.M 37/2008;
- la presentazione di una dichiarazione di conformità statica presentata da un Tecnico;
- presentazioni di eventuali certificazioni particolare a seguito dell'oggetto dell'ordinanza.

L'inosservanza comporta una possibile Denuncia alla Procura della Repubblica. Il destinatario del provvedimento deve  provvedere nei tempi e termini indicati nell'ordinanza e presentare la documentazione necessaria al responsabile del procedimento dell'Ufficio Tecnico .
La Polizia Municipale, AUSL,  ARPA, i Vigili del Fuoco sono gli eventuali organi interessati al controllo e a vigilare sul rispetto dell'ordinanza.

 

INTERVENTI IN MATERIA AMBIENTALE E IGIENICO-SANITARIA

abbandono rifiuti

Si tratta di un'attività svolta a reprimere illeciti ambientali perpetrati sul territorio. Nella maggioranza i controlli sono svolti dai Presidi Territoriali che autonomamente  e quotidianamente mettono in atto azioni  preventive e sanzionatorie al fine di evitare l'abbandono incontrollato di rifiuti ma anche il rispetto delle ordinanze contro la zanzara tigre e i regolamenti comunali di polizia urbana e dell'unione sul rispetto del verde. L'attività si svolge in stretta collaborazione con l'Ufficio Ambiente dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna, il servizio Igiene Pubblica dell'AUSL,  ARPA ed HERA. Le normative di riferimento a seconda dei casi sono nazionali, regionali o regolamenti locali.

Numerose sono le campagne informative messe in atto dalle Amministrazioni Comunali, dell'Unione e da HERA allo scopo di sensibilizzare la cittadinanza al giusto conferimento dei rifiuti. Apposite stazioni ecologiche sono state realizzate in ogni comune e attivati specifici servizi di ritiro rifiuti ingombranti e pericolosi (come l'amianto).