Autovelox, Telelaser istruzioni per l'uso - Polizia Municipale della Bassa Romagna

Vai ai contenuti principali
 
Condividi
 
 
 
Sei in: Home  - Servizi al Citt...  - Ufficio Sanzioni  - Autovelox, Telelaser istruzioni per l'uso  

Autovelox, Telelaser istruzioni per l'uso

 

HO RICEVUTO UN VERBALE DI ACCERTAMENTO DI VIOLAZIONE CON AUTOVELOX O TELELASER, COSA DEVO FARE?

veloxistruzioni

 

E' bene sapere che se non è stata effettuata la contestazione immediata della violazione sul posto dell'accertamento, il verbale verrà recapitato a casa a mezzo posta. Per alcuni tratti di strada il Prefetto ha emesso un decreto dove stabilisce che non è necessaria la contestazione immediata in  quanto  pericoloso per l'incolumità degli operatori e degli utenti fermati. Al contrario se la contestazione avviene immediatamente l'agente accertatore rilascerà al conducente del veicolo copia del verbale.

Dal momento della notifica (ovvero della consegna da parte del postino o dell'avviso di ritiro della raccomandata) ci sono 60 giorni per:

 

1 - pagare la sanzione con bollettino postale allegato.
2 - fare ricorso al Prefetto del luogo dove è stata commessa la violazione (in questo caso non bisogna pagare la sanzione).

Per quanto riguarda il ricorso è possibile effettuarlo in alternativa al Giudice di Pace , ma entro 30 giorni dalla notifica/contestazione , inoltre è consigliabile (ma non obbligatorio) inviare una comunicazione all'ufficio che ha verbalizzato per interrompere i procedimenti a seguito del mancato pagamento.

E' possibile richiedere copia della prova fotografica a mezzo lettera, fax o mail.

La violazione comporta anche la decurtazione dei punti alla patente? (art.126 bis CDS)

Salvo che la contestazione avvenga immediatamente e che quindi venga rilasciata copia del verbale con i dati del trasgressore a cui andranno sottratti i punti patente, se il verbale viene recapitato a casa, è importante sapere che occorre comunicare SEMPRE i dati di chi al momento della violazione guidava il veicolo. Non vale la formula del silenzio-assenso quindi chi riceve e/o paga il verbale secondo il Codice della Strada non è automaticamente colui al quale vanno decurtati i punti. Occorre inviare l'apposito modulo allegato al verbale (o scaricabile in questo sito) con copia della patente di guida del trasgressore (conducente) dichiarando che è conforme all'originale, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno all'ufficio verbalizzante entro 60 giorni dalla notifica. In caso contrario verrà recapitato un nuovo verbale pari a € 286,00 (+ spese) ma si manterranno i punti della patente.

Domande e risposte sull'utilizzo dell'autovelox da parte del nostro Corpo di Polizia Municipale.

Gli strumenti sono gestiti da società private o sono di proprietà delle amministrazioni?

Gli autovelox sono stati acquistati dalle amministrazioni comunali e sono gestiti esclusivamente da operatori di Polizia Stradale.

Di che genere sono?

Sono per postazioni mobili.

Perchè nel verbale compare il nome della società Maggioli SpA? Qual è il suo ruolo e di cosa si occupa?

I verbali vengono gestiti dall'Ufficio sanzioni della Polizia Municipale della Bassa Romagna. La Maggioli SpA si occupa della predisposizione degli stampati e delle procedure di notifica.

Le vostre postazioni mobili sono preventivamente segnalate?

Le postazioni sono segnalate sia da cartellonistica fissa che da quella mobile ove si trova riportata l'iscrizione "controllo elettronico della velocità" ovvero "rilevamento elettronico della velocità" , nello specifico la cartellonistica fissa è posta in tratti di strada dove il controllo avviene con sistematicità (ovvero periodicamente). Il cartello mobile viene utilizzato durante l'effettivo svolgimento del servizio.

E le distanze?

Il cartello mobile viene e dev'essere posto ad una distanza non superiore a 4 Km dalla postazione di controllo come da direttiva Min. Interno del 14 agosto 2009.

A volte utilizzate autovetture normali e quindi illegali.

Le auto utilizzate fanno parte del parco autoveicoli delle amministrazioni comunali e hanno segnali distintivi delle amministrazioni appartenenti. Al fine di rendere visibile la postazione come da direttiva ministeriale, vengono apposti cartelli in corrispondenza del veicolo.

Le auto non sono visibili e nascoste.

Prescindendo dal fatto che i mezzi sono presegnalati almeno dal cartello mobile, gli autovelox utilizzati vengono installati a bordo degli autoveicoli e pertanto per il rilevamento necessita che questi si trovino a bordo strada ad una distanza tale da garantire la sicurezza degli operatori. Il non ricordare di aver visto il velox o l'automezzo su cui è installato dopo che si è ricevuto un verbale non significa che questo fosse nascosto, piuttosto potrebbe essere dovuto alla distrazione. E' bene ricordare che la cartellonistica serve proprio ad avvisare che i controlli vengono effettuati e pertanto occorre rispettare i limiti di velocità

autovelox

 sempre.

La postazione è presidiata?

La postazione è sempre presidiata in quanto gli strumenti di rilevamento necessitano comunque un controllo costante da parte di personale che nello specifico è rappresentato da operatori di Polizia Stradale ovviamente in uniforme.

Il limite di velocità in quel tratto di strada è inadeguato e può portare a una maggior pericolosità.

La segnaletica stradale viene gestita e installata dall'ente proprietario della strada che in base alla tipologia, alla pericolosità, alla conformazione, a valutazioni tecniche, impone i limiti di velocità. Per le strade statali l'ente gestore è Anas Spa, le strade provinciali è la Provincia e quelle comunali, il Comune.